Sherman, cristalli in Canada (Sherman, Canada’s Crystals)

Sherman, cristalli in Canada (Sherman, Canada’s Crystals)

Domenica scorsa al mercatino ho trovato, tra le tante in vendita, una spilla molto bella, “firmata” Sherman sul retro: l’ho comprata pur non conoscendo questo marchio. Ho detto scherzando alla signora che me l’ha venduta che avremmo potuto scoprire che la spilla era una rarità e poco dopo, cercando su internet, ho scoperto che la mia battuta era abbastanza vicina alla realtà.

E’ una spilla degli anni cinquanta, molto luminosa, che ho appuntato il giorno dopo sulla mia giacca viola e che fa davvero una bella figura. Su Etsy.com una spilla molto somigliante, della stessa casa, è in vendita a un prezzo piuttosto elevato.

Quando si parla di bijoux vintage la mente corre subito a nomi come Coro, Trifari o Napier, note case statunitensi che hanno segnato la storia della bigiotteria, creando dei pezzi importanti e molto ricercati dai collezionisti. Ma in Canada negli stessi anni si affermò anche un altro nome, quello di Gustave Sherman, che nel 1947 fondò a Montreal la “Sherman Costume Jewerly”, rimasta in attività fino al 1981.

Sherman e i suoi gioielleri crearono dei pezzi unici che in poco tempo arrivarono anche in Europa. I bijoux venivano disegnati e realizzati seguendo degli schemi monocromatici e sfruttando le sfumature e le luci dei cristalli Svarovski, i veri protagonisti delle creazioni di questo marchio degli anni d’oro della bigiotteria di alta qualità.

Le foto della mia spilla Sherman sono state scattate su una pagina della Vita Nova di Dante (“Donne ch’avete intelletto d’amore“), con Parsifal guest star!

(EN) Last Sunday at the flea market I found, among the many on sale, a very beautiful brooch, “branded” Sherman on the back: I bought it without knowing anything of this brand. I jokingly told the lady who sold it to me that we could find that the brooch was a rarity, and shortly after, searching the internet, I discovered that my joke was pretty close to reality.

The sparkling brooch dates back to the fifties of last century. The next day I pinned it on my purple jacket and it really makes a good impression. On Etsy.com a very similar brooch, by the same brand, is on sale at a rather high price.
When it comes to vintage custom jewelry one thinks immediately to names like Coro, Trifari or Napier, well known US brands that have marked the history of the custom jewelry, creating important pieces, highly sought after by the collectors. But in the same years, in Canada, another name arose, that of Gustave Sherman, who in 1947 founded in Montreal the “Sherman Costume Jewerly”, remained active until 1981.
Sherman and his jewelers created unique pieces that soon arrived in Europe. The jewels were designed and made according to monochromatic schemes and exploiting the nuances and the lights of the Svarovski crystals, the real stars of the creations of this brand, one of the best of the golden years of high quality custom jewelry.
These photos of my brooch Sherman were taken over a page of Dante’s Vita Nova (“Women who have intelligence of love”), with Parsifal as guest star!

DSC_5883

Fonte: http://www.collectorsweekly.com

Domenica è sempre domenica (Sunday is always Sunday)

Domenica è sempre domenica (Sunday is always Sunday)

La domenica è la giornata ideale per le passeggiate, specie se dopo un sabato piovoso ci si sveglia con un sole splendente sulla città; se poi la passeggiata è in centro, alla ricerca di spille nei mercatini, la domenica risulta ancora più perfetta. Arrivare in centro richiede poco tempo ma parcheggiare è ben altra storia! Capita così che, diretti a un mercatino, lungo la strada se ne trovi un altro..

(EN) Sunday is the ideal day for strolling, especially when, after a rainy Saturday, you wake up with the sun shining over the city; if the walk is in the center, looking for pins in flea markets, on Sundays it is even more perfect. Getting downtown takes little time but managing to find a free parking lot is quite another story! So it happens that, aiming at a market, along the way you find another one..

Ammirando i vari espositori si trovano così tante cose che è impossibile elencarle tutte: oltre alla bigiotteria vintage (o presunta tale, perché l’inganno è spesso dietro l’angolo), che è la prima cosa che attira la mia attenzione, ci sono vestiti, scarpe, borse e poi monete, scatole, stampe, giocattoli…

(EN) While perusing the various exhibitor stands one can find so many different items that listing them all is almost impossible: in addition to vintage costume jewelry (or alleged, because cheating is often around the corner), which is the first thing that catches my attention, there are clothes, shoes, bags and then coins, boxes, prints, toys …

E poi ci sono loro, le spille:

And the brooches:

DSC_5858

DSC_5835

DSC_5854

Ho conosciuto una venditrice molto esperta, che documenta tutto quello che espone e che si avvale di alcuni libri e cataloghi pieni di foto: molto interessanti per chi, come me, ne vuole sapere di più. La signora aveva anche dei pezzi con le loro scatole originali, molti Trifari, Lisner, Coro e Sarah Coventry.

Da lei ho preso la mia prima spilla di Coro, bellissima! Ho fatto anche un piccolo “affare”, comprando a pochissimo una spilla di un designer canadese che su Etsy.com è in vendita a un prezzo notevolmente superiore.

Nel prossimo post la storia di questo marchio canadese e della mia spilla Sherman.

(EN) I had the pleasure of meeting a very experienced seller, she gathers information about everything that she exhibits and uses some books and catalogs full of photos, very interesting for those who, like me, want to know more. The lady had also some pieces with their original boxes, many from brands such as Trifari, Lisner, Coro and Sarah Coventry.
From her I took my first Coro brooch, so beautiful! I also got a nice “bargain”, buying for a very small amount a pin from a Canadian designer that is sold at a significantly higher price on Etsy.com
I’ll shortly post the story of this Canadian brand and my Sherman brooch.