Furoshiki giveaway

Furoshiki giveaway

I miei venticinque lettori” sanno ormai fin troppo bene che il mio ultimo viaggio è stato per me molto importante; lo è stato così tanto che gli ultimi post sono stati tutti un “Giappone di qua, Giappone di là”! Tra foto, racconti e ricordi ci sarebbe davvero ancora tanto da dire e condividere; mi riservo di farlo in futuro, in caso di gravi attacchi di nostalgia, ma mi piacerebbe adesso concludere la parentesi giapponese con il giveaway al quale sto pensando da quando sono rientrata. In realtà ci avevo pensato già mentre ero in viaggio: così tra furoshiki dalle mille sfumature, pronti a trasformarsi in deliziose borsette, ho scelto una versione a pois. Insieme al foulard ci sono le istruzioni (in giapponese, con le figure!) e i manici in plastica per realizzare la borsa così come l’avete vista (solo un po’ più piccola) nel post dedicato. E’ un regalo piccolo piccolo ma mi fa piacere condividerlo con una di voi!

Il furoshiki mi ha colpito fin da subito perché è una specie di handmade per chi non ha manualità, visto che in realtà si tratta solo di annodare un foulard..

 DSC_1113

Per partecipare basta essere iscritti al blog, commentare il post con il proprio nome e condividerlo su un social a scelta. Nel commento, se volete, potere scrivere anche qual è il viaggio dei vostri sogni: uno dei miei era proprio il Giappone, ma sono curiosa di conoscere anche i vostri!

Il giveaway scadrà il 10 giugno.

Un pesce-spilla e ancora un po’ di Giappone (A fish-brooch and a bit of Japan)

Un pesce-spilla e ancora un po’ di Giappone (A fish-brooch and a bit of Japan)

L’estate può attendere, sembra volerci dire il bizzarro clima di questo periodo, e noi, malvolentieri e senza molte alternative, ci adeguiamo: alla caccia dell’ennesimo cardigan, ché vestirsi a strati è fondamentale, sognando sandali rossi (io almeno li sogno!) e lasciando appesi nell’armadio i nostri abiti leggeri e a motivi floreali; nel mio caso, poi, pensando anche a come abbinare l’ultima spilla arrivata nella mia collezione vintage: un pesciolino bianco.. Per sfoggiare questa “chicca” ci vorrà ancora un po’ di tempo, purtroppo! Avevo pensato di comprare una spilla di questa forma per usarla in estate, sulle maglie leggere e scollate; così nelle mie passeggiate virtuali su Pinterest ed Etsy, mi sono innamorata di questa collezione Trifari del 1967:

trifari1967

Le spille di questa collezione sono introvabili e quindi mi sono messa quasi subito l’anima in pace, ma Tokyo mi ha piacevolmente sorpresa e nella passeggiata di cui vi ho già raccontato ho comprato una spilla a forma di pesce. La spilla è firmata JJ, che sta per Jonette Jewelry, una casa di produzione che non conoscevo, ma che mi ha colpito subito per l’uso molto bello del metallo smaltato e per la grande varietà di spille a forma di animale, in particolare dei miei prediletti gatti. Vi lascio con le foto della mia spilla “estiva” e con qualche foto ancora tra le mille scattate in Giappone. A presto!

(EN) Summer can wait, it seems to tell the strange weather of this period, and we adapt us to it, unwillingly and without many alternatives: hunting of the last cardigan, because dressing in layers is critical, dreaming red sandals (I’m dreaming of them!) and leaving in the closet our summer dresses; in my case, then, I’m also thinking about how to wear the last brooch came into my vintage collection: a white fish .. But it will take a bit of time to show it! I thought about buying a brooch of this form to use it in the summer, on the unglued shirts; so searching on Pinterest and Etsy, I fell in love with the Trifari collection of 1967. The brooches of this collection are unavailable, so I gave up almost immediately, but Tokyo has surprised me and on the walk that I told you here I bought a brooch in the shape of fish. The brooch is signed JJ, that is Jonette Jewelry, a company that I didn’t know, but it struck me immediately for the very nice use of enameled metal and the wide variety of brooches in the shape of animals, especially of my beloved cats. I leave you with my “summer” brooch’s photos and a few photos taken in Japan. See you soon!

DSC_1096 (FILEminimizer)

Ho fotografato la spilla su “Norweegian Wood” di Murakami Haruki

8.Tokyo (FILEminimizer)
Tokyo, Ueno Park
20.Tokyo (FILEminimizer)
Tokyo, Shinjuku
Kamakura (51) (FILEminimizer)
Kamakura
36.Nikko (FILEminimizer)
Nikko
39. Nikko  (FILEminimizer)
Nikko
Takayama (31) (FILEminimizer)
Takayama
Nara (50) (FILEminimizer)
Nara
Nara (79)
Nara

 

63.Fushimi Inari (FILEminimizer)
Fushimi Inari
67.Fushimi Inari (FILEminimizer)
Fushimi Inari
Miyajima (28) (FILEminimizer)
Miyajima
68.Miyajima (FILEminimizer)
Miyajima
82.Arashiyama (FILEminimizer)
Arashiyama, Bamboo groove
93.kyoto (FILEminimizer)
Kyoto
95.kyoto (FILEminimizer)
Kyoto
96.kyoto (FILEminimizer)
Kyoto

Vintage in Tokyo

Vintage in Tokyo

Passeggiando per Omotesando Hills, la via dello shopping elegante di Tokyo, mi sono trovata di fronte a una vetrina con delle bellissime scarpe: solo traducendo il nome del negozio ho capito che era un negozio vintage! Pass the baton (= passa il testimone) è il suggestivo nome di questo angolo vintage d’eccellenza.

Anche la guida Lonely Planet parla del negozio quando suggerisce di passeggiare per la zona, ricca di negozi dei marchi più noti: ovviamente ho passato una mezz’oretta in questo “angolo di paradiso” e ho trovato una spilla dalla forma particolare che cercavo da tempo. In realtà cercavo una Trifari, ma la JJ (Jonette Jewelry) che ho trovato è comunque molto bella e mi piaceva l’idea di comprarla in Giappone, l’ultimo posto in cui pensavo di comprare una spilla vintage! Nell’etichetta c’è anche il nome del venditore: peccato sia scritto in giapponese..

(EN) Walking through Omotesando Hills, an elegant shopping district of Tokyo, I found myself in front of a window with beautiful shoes: just translating the name of the shop, I realized it was a vintage shop! Pass the baton (= passing the baton) is the suggestive name of this vintage corner of excellence. Even the Lonely Planet guide talks about this shop when suggests walking around the area, with shops of the most famous brands: of course I spent half an hour in this “paradise” and I found a brooch with a particular shape I was looking for since a long  time. Actually I was looking for a Trifari, but the JJ (Jonette Jewelry) I found is still very nice and I liked the idea of buying it in Japan, the last place where I thought I would have bought a vintage brooch! On the label there is also the name of the seller, but it is written in Japanese..

 

Abbiamo proseguito la passeggiata per arrivare nel più grande tempio shintoista della città, il Meiji-jingu, al centro di un enorme parco, dove finalmente abbiamo respirato un po’ di pace..  e lì tra sakè, preghiere e desideri affidati agli dei e scolaresche in visita ho anche scattato alcune foto a due coppie di sposi, incantevoli nei loro abiti tradizionali. I racconti di viaggio continuano nel prossimo post, stay tuned!

(EN) We continued the walk to get to the largest Shinto temple of the city, the Meiji-Jingu Shrine, in the middle of a huge park, where we finally breathed a little peace .. Among sakè, wishes entrusted to the gods and school visits I have also taken some photos of two married couples, lovely in their traditional dresses. The travel stories continue in the next post, stay tuned!

Meiji1

Meiji2

Tokyo (276)

Tokyo (280)

Tokyo (284)