Sherman, cristalli in Canada (Sherman, Canada’s Crystals)

Sherman, cristalli in Canada (Sherman, Canada’s Crystals)

Domenica scorsa al mercatino ho trovato, tra le tante in vendita, una spilla molto bella, “firmata” Sherman sul retro: l’ho comprata pur non conoscendo questo marchio. Ho detto scherzando alla signora che me l’ha venduta che avremmo potuto scoprire che la spilla era una rarità e poco dopo, cercando su internet, ho scoperto che la mia battuta era abbastanza vicina alla realtà.

E’ una spilla degli anni cinquanta, molto luminosa, che ho appuntato il giorno dopo sulla mia giacca viola e che fa davvero una bella figura. Su Etsy.com una spilla molto somigliante, della stessa casa, è in vendita a un prezzo piuttosto elevato.

Quando si parla di bijoux vintage la mente corre subito a nomi come Coro, Trifari o Napier, note case statunitensi che hanno segnato la storia della bigiotteria, creando dei pezzi importanti e molto ricercati dai collezionisti. Ma in Canada negli stessi anni si affermò anche un altro nome, quello di Gustave Sherman, che nel 1947 fondò a Montreal la “Sherman Costume Jewerly”, rimasta in attività fino al 1981.

Sherman e i suoi gioielleri crearono dei pezzi unici che in poco tempo arrivarono anche in Europa. I bijoux venivano disegnati e realizzati seguendo degli schemi monocromatici e sfruttando le sfumature e le luci dei cristalli Svarovski, i veri protagonisti delle creazioni di questo marchio degli anni d’oro della bigiotteria di alta qualità.

Le foto della mia spilla Sherman sono state scattate su una pagina della Vita Nova di Dante (“Donne ch’avete intelletto d’amore“), con Parsifal guest star!

(EN) Last Sunday at the flea market I found, among the many on sale, a very beautiful brooch, “branded” Sherman on the back: I bought it without knowing anything of this brand. I jokingly told the lady who sold it to me that we could find that the brooch was a rarity, and shortly after, searching the internet, I discovered that my joke was pretty close to reality.

The sparkling brooch dates back to the fifties of last century. The next day I pinned it on my purple jacket and it really makes a good impression. On Etsy.com a very similar brooch, by the same brand, is on sale at a rather high price.
When it comes to vintage custom jewelry one thinks immediately to names like Coro, Trifari or Napier, well known US brands that have marked the history of the custom jewelry, creating important pieces, highly sought after by the collectors. But in the same years, in Canada, another name arose, that of Gustave Sherman, who in 1947 founded in Montreal the “Sherman Costume Jewerly”, remained active until 1981.
Sherman and his jewelers created unique pieces that soon arrived in Europe. The jewels were designed and made according to monochromatic schemes and exploiting the nuances and the lights of the Svarovski crystals, the real stars of the creations of this brand, one of the best of the golden years of high quality custom jewelry.
These photos of my brooch Sherman were taken over a page of Dante’s Vita Nova (“Women who have intelligence of love”), with Parsifal as guest star!

DSC_5883

Fonte: http://www.collectorsweekly.com

Una spilla in luna di miele (A Brooch on Honeymoon)

Una spilla in luna di miele (A Brooch on Honeymoon)

Verso la fine del viaggio di nozze in Canada io e mio marito siamo arrivati in una piccola città dal suggestivo nome di Niagara on the Lake; sapevamo già che questo paesino era l’opposto di quello che ci aspettava alla città delle cascate.. Se da una parte lo spettacolo delle Horseshoe Falls è stupefacente, dall’altro tutto quello che è stato costruito attorno alle cascate è vergognoso: una specie di Luna Park che deturpa la bellezza dello spettacolo offerto da un lago (l’Erie) che si getta violentemente in un altro (l’Ontario).

Prima della camera con vista, del Maid of the Myst e del brindisi notturno sulle cascate illuminate ci siamo quindi persi passeggiando a Niagara on the Lake. Tra i piccoli negozi di artigianato e souvenir ne ho trovato uno che vendeva bigiotteria e accessori vintage: come non comprare una spilla che mi ricordasse quel luogo e quel momento? Ho scelto una spilla dorata di forma allungata con piccoli strass e melanite, utile per chiudere i cardigan senza bottoni.

(EN) Towards the end of the honeymoon in Canada, husband and I arrived in a small town by the evocative name of Niagara on the Lake; we already knew that this village was the opposite of what we would find in the city of the waterfalls … While the sight of the Horseshoe Falls is astonishing, on the other hand, everything that has been built around the falls is shameful: some sort of amusement park which spoils the beauty of the scenery of a lake (Erie) which flows violently into another (Ontario). So, before the room with a view, the ‘Maid of the Myst’ and the night toast over the lit falls, we got lost ourselves wandering in Niagara on the Lake. Among the small craft and souvenirs shops I found one selling custom jewelry and vintage accessories: how could I not buy a brooch that would remind me of that place and that time? I chose an elongated gilded brooch with small rhinestones and melanite, which can be used to pin a cardigan without buttons.

DSC_5808

DSC_5816

Insieme alle foto della spilla (posata sulla prima pagina di “Pride and Prejudice“) ne aggiungo altre (poche) di quel viaggio meraviglioso: un colibrì nel Parco Nazionale dell’Algonquin, Toronto, Niagara on the Lake e la street art di Quebec City.

(EN) Along with photos of the brooch (placed on the first page of “Pride and Prejudice”) I add a few more of that wonderful journey: a hummingbird in the Algonquin National Park, Toronto, Niagara on the Lake and the street art of Quebec City.

Algonquin11

Toronto26

NiagaraontheLake11

Quebec23